lunedì 2 aprile 2012

Si riprende!

Faccio il conto della settimana appena passata: 2 volte in palestra (le mie braccia ne risentono ancora), Quasi 100km in bici, due uscite una di 65km e l'altra di circa 35, e 3 volte sono andato a fare una corsetta, correndo complessivamente 33km a ritmi bladissimi, di scarico puro e semplice. Ma mi sono ben ripreso e sono pronto a ripartire alla grande. Ho fatto un bel recupero attivo, non stando mai totalmente fermo per mantenere la massa magra e non aumentare di peso (con tutto quello che mangio!).
VALERIA STRANEO. BerlinMarathon 2011
Ho fatto anche un attimo 2 conti: in 76 giorni, da gennaio a marzo, ho corso per ben 1552km: ho corso lungo tutta l'Italia da nord a sud. Forse anche per questa massiccia quantità di kilometri corsi il filo sottile che mi reggeva si è spezzato, ne sono sempre più convinto...
Questa settimana, con finalmente la Pasqua in arrivo, cosa mi aspetta? Allenamenti qualitativi, veloci e su pista e fondi lenti di scarico, tutti con un relativamente basso kilometraggio. Ci andrò cauto, però. Si cambia! Intanto oggi ho in programma 13-14km di fondo lento (4'05"-4'15") accompagnato da 5 allunghi finali.
Oggi ne approfitto anche per testare i miei 2 nuovi acquisti ai piedi: le SAUCONY KINVARA ViziPro e le SAUCONY PROGRID MIRAGE green citron. Le prime sono di un arancione fosforescente, che si nota subito. Sono le scarpe usate dalla mitica Valeria STRANEO per correre la Berlin Marathon 2011 in 2h26'33" (v.d link). Sono scarpe minimalist di appena 218gr, adatte per gli allenamenti medio-veloci e per le gare. Il mesh è dal design innovativo, traspirante, l'aderenza e grip sono ottimali, ottimo per i bruschi cambi di ritmo. E' una scarpa adatta per il runner da un peso leggero e con un appoggio neutro.
SAUCONY ProGride Mirage.a2. 252gr
Le seconde, invece, da 252gr, sono delle scarpe ben leggere ma ammortizzate, reattive e dalla rullata molto fluida. Sono stabili ed omogenee. La tomaia traspirante e contenitiva assicurano un comfort e fit ideali. Anche queste sono adatte per allenamenti medio-veloci e per le gare. Le consiglio ai runner dal peso abbastanza leggero e con un appoggio neutro; però essendo molto ammortizzate, pur essendo leggere, sono adatte anche ai corridori con una leggere pronazione (v.d link). Sono le scarpe con cui abbiamo visto molto spesso l'inossidabile Giorgio CALCATTERRA. Essendo ambasciatore Saucony ho voluto riprendere le scarpe perfettamente uguali (tranne nel colore, che è ancora più bello!) a quelle che ho usato per i 3 mesi passati. Mi sono trovato benissimo, non ho mai avuto problemi e quindi mi è sembrato opportuno riprenderle di nuovo.
Riguardo e riguardo le foto della StraMilano: sono agonizzante! Ahaha...

STRAMILANO 2012. 5°km. L'aria spavalda smentisce la fatica (ph. Podisti.Net)



Nessun commento:

Posta un commento